Codici Fattura elettronica e IBAN

Comune di Zagarolo

Codici Fattura elettronica e IBAN

 

Dal 31 marzo l’obbligo della fatturazione elettronica, già vigente per altre amministrazioni, si estende anche ai Comuni (a seguito dell’art. 25 del DL 24 aprile 2014 n. 66). Perciò, da quella data, il Comune di Zagarolo non accetta più fatture in formato cartaceo, ma solo quelle trasmesse in forma elettronica, con il contenuto e il formato previsti dal DM 55/2013.

Gli IBAN sono reperibili alla pagina linkata qui, mentre i dati necessari per l’invio della fattura elettronica al Comune di Zagarolo sono questi:

AREA UFFICIO CODICE
AREA I  Area Contabile  ZXY8UV
AREA II  Area Socio Culturale   AUXQ6T
AREA III  Area  Vigilanza  1B5DZS
AREA IV  Area Pianificazione Urbanistica – Edilizia Privata – Patrimonio   TVSSWP
AREA V  Area Ambiente – Servizi Cimiteriali e Attività Produttive  CHQ33F
AREA VI  Area Opere Pubbliche – Manutenzioni   0Y4S0A
AREA VII  Area Amministrativa – Servizi Eletteroli-Demografici  OFBUFP

 

Denominazione ente Comune di Zagarolo
Codice univoco ufficio  UFNMDG
Nome dell’ufficio  Uff_eFatturaPA
PEC protocollo@pec.comunedizagarolo.it
Codice Istat 058114
Codice Catastale M141
Codice AUSA 0000243419

Il codice univoco dell’ufficio indica l’ufficio deputato in via esclusiva alla ricezione delle fatture elettroniche.

Nella fatturaPA, che deve essere predisposta in formato XML, occorre inserire
– il codice univoco in corrispondenza del “Codice destinatario”
– il numero dell’impegno in corrispondenza del ”Codice della commessa o della convenzione”.

La fatturaPA richiede molti dati obbligatori da indicare nel documento:
– informazioni ai fini fiscali
– codice identificativo dell’ufficio destinatario della fattura (IPA)
– CIG (Codice Identificativo di Gara), tranne che nei casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla Legge 136/2010
– CUP (Codice Unico Progetto), in caso di fatture relative a opere pubbliche, interventi di manutenzione straordinaria, interventi finanziati da contributi comunitari e ogni nuovo progetto di investimento pubblico nei casi previsti dall’art. 11 della L. 3/2003

Ulteriori informazioni facoltative possono essere inserite a seguito accordi tra le parti, quali ad esempio l’ufficio di destinazione del bene/servizio all’interno dell’ente.

Non sono previste esclusioni, né soggettive (ad esempio piccoli fornitori) né oggettive (ad esempio fatture di importo minimo).

Ulteriori informazioni sul sito www.fatturapa.gov.it

Pagina aggiornata il 17/05/2024

Skip to content